Regolamento assegnazione titoli regionali GPG

Posto che il regolamento federale prevede l’assegnazione del titolo di Campione regionale nelle diverse categorie GPG al solo atleta che ha conseguito il maggior punteggio sulla base dei due migliori risultati ottenuti nelle tre prove GPG del calendario regionale/interregionale e dandosi in questo modo l’eventualità che più atleti dopo le tre prove risultino classificati pari merito per punteggio, il Comitato Regionale Lombardo, per ovviare a tale inconveniente e determinare in modo univoco la classifica finale, ha deliberato in caso di parità di punteggio di considerare anche il punteggio della terza prova quale discriminante valida per l’assegnazione del titolo di Campione Regionale GPG nelle diverse categorie,  anche considerando la possibilità di uno spareggio in caso di ulteriore parità. Il Comitato Regionale, motu proprio, ha altresì deliberato di assegnare una medaglia anche ai secondi e terzi classificati nella classifica generale per ogni categoria. Nel caso sopra indicato di calcolo del primo classificato sulla base del terzo risultato utile e di eventuale spareggio , la classifica dei secondi e terzi classificati subirà uno scalamento di conseguenza. Tale iter sarà adottato, ove la classifica lo richieda, unicamente per determinare il  Campione Regionale; saranno invece ammessi piazzamenti ex-aequo sulla base dei due migliori punteggi nelle tre prove per i secondi e terzi classificati, applicato lo scalamento di cui sopra.

Modalità pubblicazione locandine gare

Si rammenta che verranno pubblicate sul sito del C.R. Lombardia, nell’area Comunicati, le locandine delle gare regionali e gare private autorizzate dal Comitato, secondo le modalità di seguito riportate.

ATTENZIONE: NESSUNA LOCANDINA POTRA' ESSERE DIFFUSA O 
TRASMESSA A MEZZO E MAIL O SOCIAL NETWORK PRIMA DELLA 
SUA UFFICIALIZZAZIONE SUL SITO DEL COMITATO.

Leggi tutto “Modalità pubblicazione locandine gare”

Norme per l’allestimento del campo gara

Si rammenta che in occasione di tutte le gare organizzate in Lombardia, sia ufficiali sia private ammesse nel calendario delle gare  del C.R. FIS Lombardia, accanto alle norme già richiamate per l’utilizzo dei materiali  di proprietà del Comitato e ad estensione di quanto previsto dall’articolo 6 della convenzione per la gestione dei materiali, è fatto obbligo alle Società organizzatrici di individuare un responsabile dell’allestimento  in possesso di regolare qualifica di Tecnico delle Armi regionale o nazionale, rilasciata a seguito del completamento del prescritto tirocinio.