D.C.P.M. 9 MARZO 2020 RECANTE NUOVE DISPOSIZIONI RESTRITTIVE

In seguito alla pubblicazione in G.U. del D.C.P.M. 9 marzo 2020 si rammenta a tutte le Società l’obbligo di sospendere senza riserve l’attività degli allenamenti salvo quanto previsto dall’ art. 1 comma 3 lett. d)

d) sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Gli impianti sportivi sono utilizzabili, a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e dalle rispettive federazioni, in vista della
loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali; resta consentito esclusivamente lo svolgimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzati da organismi sportivi internazionali all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano; lo sport e le attività motorie svolti all’aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza interpersonale di un metro.

NUOVE DISPOSIZIONI RESTRITTIVE D.C.P.M. 8 MARZO 2020

Si portano a conoscenza di tutte le Società le norme restrittive aggiunte in applicazione del D.C.P.M. 8 Marzo 2020 cui anche il Comitato Regionale FIS Lombardia impone di attenersi strettamente.

Le manifestazioni sportive e l’ attività schermistica di tutte le sale deve obbligatoriamente essere sospesa senza riserve ed eccezioni, salvo quanto previsto dall’art. 1  comma 1 lett. d) per gli atleti agonisti di categoria Assoluta impegnati nella preparazione olimpica o gare internazionali, sotto controllo dello staff medico societario.

d) sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti professionisti e atleti di categoria assoluta che partecipano ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. In tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

E’ altresì fatto divieto di trasferta degli atleti ai sensi dell’art. 1 comma 1 lett. a)

a) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Si ricorda che il mancato rispetto delle direttive ministeriali comporta conseguenze ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

DISPOSIZIONI IN MERITO ALLA RIPRESA DELL’ATTIVITA’ AGONISTICA

Ai sensi del rispetto delle norme previste dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, con particolare riferimento all’art 1 comma 1 lett. c), il Comitato Regionale FIS Lombardia impone a tutte le Società, fino alla data del 3 aprile p.v., il rispetto delle seguenti norme:

  • gli allenamenti saranno consentiti ai soli tesserati con qualifica di “Atleta Agonista” (secondo il tesseramento federale) e dovranno essere comunque svolti a porte chiuse senza la presenza di pubblico, ivi compresi i genitori, nel rispetto delle norme che vietano l’assembramento di persone;
  • l’accesso agli Atleti agonisti, del personale Tecnico e dei Dirigenti agli allenamenti dovrà comunque essere oggetto di controllo da parte del personale medico in organico alla Società, o, in sua assenza, da parte di personale con qualifica medica reperito al bisogno;
  • i tesserati “Non Agonisti”, alla luce delle disposizioni attuali NON potranno riprendere le attività, almeno fino all’emanazione di ulteriori necessari chiarimenti da parte delle Autorità competenti in materia di distinzione tra sport strutturato e sport di base;
  • tutti gli eventi e le manifestazioni sportive di diretta competenza del Comitato sono da intendersi sospesi o rimandati a data da destinarsi per la durata prevista dal Decreto Ministeriale, compresa la 2° Prova Under-10 in programma a Sedriano;
  • le manifestazioni sportive facenti parte del Calendario Nazionale, ovvero la 3° Prova Under 14 in programma a Gallarate, saranno oggetto di separata comunicazione a seguito delle decisioni assunte dal Consiglio Federale a livello nazionale.

Si rammenta infine che restano comunque in vigore le disposizioni restrittive previste dal D.C.P.M. del 1 marzo u.s. ai sensi del disposto dell’art. 4 comma 3 delle disposizioni più recenti per le zone individuate dallo stesso negli allegati 1 (Comuni zona rossa), 2 (Regioni), 3 (Province), passibili di ulteriori aggiornamenti.

COMUNICATO INTEGRATIVO NOTA UFFICIALE DEL COMITATO REGIONALE FIS LOMBARDIA

A seguito dei chiarimenti diffusi dall’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri con nota di oggi 2 marzo  http://www.sport.governo.it/it/notizie/avviso-covid-19/
il Comitato Regionale FIS Lombardia ribadisce quanto già precedentemente anticipato nella logica di evitare assembramenti di persone, ovvero invita tutte le Società del territorio a limitare le attività di sala fino alla data di domenica 8 marzo, consigliando di organizzare gli allenamenti in forme rigorosamente individuali e contingentate a favore degli Atleti impegnati in gare nazionali ed internazionali a breve termine. Si ricorda altresì che in qualsivoglia modo la Dirigenza di ciascuna Società intenda procedere, al fine di evitare di incorrere in sanzioni, dovrà verificare le ordinanze in vigore nel proprio Comune di riferimento.

COMUNICAZIONE IN MERITO ALLE MISURE DI CONTENIMENTO DEL CVID-19 [AGGIORNATO]

Recepite le linee guida previste dal D.C.P.M. del 1/3/20 Art. 2 comma 3, dalla Regione Lombardia e dai Comuni del territorio in merito alla conduzione “a porte chiuse” degli allenamenti nei centri sportivi e nelle palestre il Comitato Regionale F.I.S. Lombardia, nell’ottica di un indirizzo comune, impone a tutte le Società del territorio di continuare ad astenersi dalle attività di sala fino alla data di domenica 8 marzo compresa. La prosecuzione delle misure di interdizione si impone alle Società per senso civico e dovere di salvaguardia della salute pubblica, in coerenza con la ratio di quanto disposto dalle Autorità a scopo cautelativo in merito alla chiusura delle Scuole e altri criteri di limitazione alle attività nei diversi settori ai fini di evitare l’assembramento di persone.

Il Comitato Regionale F.I.S. Lombardia dispone inoltre, di concerto con la Società organizzatrice che si ringrazia per la collaborazione, il rinvio del Campionato Regionale Cadetti e GPG a squadre previsto a Bottanuco (BG) a data da destinarsi, che verrà successivamente resa nota.

Si precisa altresì, che salvo quanto diversamente disposto dalle Autorità competenti a livello nazionale e regionale, non si impongono restrizioni alle trasferte degli Atleti lombardi salvo quanti residenti nei Comuni della “zona rossa” di cui all’allegato 1 del D.C.P.M. n° 6 del 23/2/2020.

Ulteriori indicazioni ed aggiornamenti verranno forniti attraverso la pagina del sito e le pagine social del Comitato solo dopo accurata verifica del reale contenuto delle ordinanze a prescindere da quanto eventualmente riportato dagli organi di stampa. Si invitano pertanto gli utenti a volersi tenere aggiornati attraverso le comunicazioni ufficiali emanate dal Comitato, evitando di intasare le linee telefoniche e i canali di messaggistica social.