Protocollo covid-19 per l’attività nelle sale

Si porta all’attenzione delle Società che la Federazione Italiana Scherma ha chiarito che il protocollo di riferimento da prendere in considerazione per lo svolgimento dell’attività nelle sale è quello pubblicato e aggiornato periodicamente dal Dipartimento dello Sport.

Successivi aggiornamenti del protocollo concordemente con il mutare delle normative saranno reperibili sempre ed unicamente sul sito del Dipartimento a questo link.

Decreto Legge 1/22 del 7 gennaio 2022: Nuove misure per fronteggiare l’emergenza sanitaria Covid-19

Con la pubblicazione del Decreto Legge 7 gennaio 2022, n. 1 –  Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 4 del 7 gennaio 2022), è stato disposto, fino al 15 giugno 2022, l’obbligo vaccinale per le persone di età pari o superiore a 50 anni, con esenzione dall’obbligo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale dell’assistito o dal medico vaccinatore, nel rispetto delle circolari del Ministero della salute in materia di  esenzione dalla vaccinazione anti SARS-CoV-19.

Pertanto, dal 15 febbraio 2022, alle persone soggette ad obbligo vaccinale che svolgano una attività lavorativa nel settore privato, è fatto obbligo, ai fini dell’accesso ai luoghi in cui l’attività è svolta, di essere in possesso ed esibire una delle certificazioni verdi COVID-19 di vaccinazione o di guarigione di cui all’articolo 9, comma 2, lettere a), b) e c-bis) del decreto-legge n. 52 del 2021 (c. certificazione verde “rafforzata”).

In relazione alle recenti disposizioni per l’attività motoria e sportiva, si rimanda all’Avviso del 31 dicembre 2021, ricordando che:

  1. impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche se ubicati in comprensori sciistici e, per l’uso dei quali è anche necessario indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2, 
  2. palestre, piscine, centri natatori, centri benessere, centri culturali, centri sociali e ricreativi, per le attività sportive sia all’aperto che al chiuso;
  3. attività sportive di squadra e di contatto, anche all’aperto;
  4. l’uso di spogliatoi e docce.

Sono escluse dall’obbligo di certificazione verde rafforzata le persone di età inferiore ai dodici anni ed i soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

Inoltre, per l’uso di spogliatoi e docce esclusione dell’obbligo di certificazione per gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità.

I titolari o i gestori degli impianti sportivi sono tenuti a verificare che l’accesso ai servizi e alle attività avvenga nel rispetto delle disposizioni previste.

Conseguentemente sono state aggiornate sia le linee guida per l’organizzazione di eventi e competizioni sportive che le linee guida per l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere. e le FAQ.

COMUNICATO URGENTE: CANCELLAZIONE 2° PROVA REGIONALE CADETTI E GIOVANI

Si comunica che in considerazione dell’attuale stato di emergenza dovuto alla crescita dei contagi da COVID-19, con provvedimento urgente del Presidente Federale comunicato in data odierna ai Comitati Regionali si è reso necessario disporre la cancellazione della 2^ prova di qualificazione regionale Cadetti e Giovani di Spada, il cui svolgimento era stato previsto in data 22-23 gennaio p.v.

La decisione scaturisce dall’evidenza che per effetto delle restrizioni disposte da alcune Autorità cittadine che hanno emesso ordinanze di sospensione dell’attività sportiva, allo stato non è possibile garantire lo svolgimento di tutte le prove sull’intero territorio  nazionale; pertanto trattandosi di prove di selezione alle successive fasi nazionali, l’eventuale cancellazione imposta dalle Autorità di una singola prova, pregiudicherebbe irrimediabilmente la regolarità delle qualificazioni stesse.