Campionati Italiani Assoluti, i tricolori lombardi

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

COURMAYEUR – È stata una lunga settimana di gare quella che ha popolato il Palaghiaccio di Courmayeur dal 31 maggio al 5 giugno: in palio c’erano 12 titoli tricolore, di cui sei individuali e altrettanti a squadre di serie A1.

Nel Fioretto Femminile quarto posto a squadre per l’Areonautica Militare: tra le fila c’era Carlotta Ferrari, originaria della Comense Scherma, la cui squadra, tra l’altro, ha conquistato il settimo posto in classifica finale.

Nel Fioretto Maschile a tenere alti i “colori” lombardi ci ha pensato Andre Cassarà (Schermabrescia), che con i compagni dei Carabinieri ha vinto il titolo italiano nella prova a squadre.

Orgoglio lombardo anche nella Spada Maschile, con un podio conquistato per intero da tre atleti che si allenano alla Società Cariplo Piccolo Teatro di Milano: Federico Vismara (Fiamme Azzurre) si è laureato campione italiano, a Marco Fichera (Fiamme Oro) ed Enrico Garozzo (Carabinieri) sono invece andati, rispettivamente, le medaglie d’argento e di bronzo. Finchera si è rifatto poi nella gara a squadre, vincendo il titolo insieme ai compagni della Fiamme Oro.

Non di meno, anche la Spada Femminile ha impreziosito i risultati dei lombardi in gara, grazie alla vittoria dell’Aeronautica nella gara a squadre, con Beatrice Cagnin tra le componenti, giovane atleta della Società del Giardino di Milano. Ma non solo, perché anche l’Esercito ha potuto contare su una lombarda, Roberta Marzani, originaria della Bergamasca e che da qualche anno si allena al CdS Mangiarotti.

(articolo redatto secondo i risultati pubblicati nelle classifiche disponibili sul sito federale)

Foto A. Bizzi / Federscherma