Disposizioni previste dal DCPM del 26 aprile 2020

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Si richiama l’attenzione delle Società su quanto disposto dal recente DCPM del 26.4.2020, di cui si riporta il testo dell’art. 1 comma g) in merito alla ripresa degli allenamenti individuali prevista a partire dal 4 maggio p.v. per i soli Atleti riconosciuti di interesse nazionale. In particolar modo si invitano le Società ad attendere l’emanazione delle linee guida da parte dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri in merito ai protocolli di tutela da rispettare , che verranno comunicati non appena resi noti dalle Autorità competenti e che dovranno essere scrupolosamente adottati.

<<Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Allo scopo di consentire la graduale ripresa delle attività sportive, nel rispetto di prioritarie esigenze di tutela della salute connesse al rischio di diffusione da COVID-19, le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti – riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali – sono consentite, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, a porte chiuse, per gli atleti di discipline sportive individuali. A tali fini, sono emanate, previa validazione del comitato tecnico-scientifico istituito presso il Dipartimento della Protezione Civile, apposite Linee-Guida, a cura dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri, su proposta del CONI ovvero del CIP, sentita la Federazione Medico Sportiva Italiana, le Federazioni Sportive Nazionali, le Discipline Sportive Associate e gli Enti di Promozione Sportiva.>>