Dal GPG segnali di crescita

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

MILANO – Quello che si è disputato quest’anno a Riccione è stato un Gpg “molto positivo” per la Lombardia, “prima nel Trofeo delle Regioni al Gpg”. A stilare il bilancio è il presidente del Comitato Regionale Maurizio Novellini, che fa il conto delle medaglie, “1 oro, due argenti e sette bronzi che ci hanno portato a un settimo posto nel medagliere convincente, perché l’anno scorso di medaglie ne arrivarono solo 8 in tutto”.

Articolo da "La voce delle regioni" a cura di G. Lippi - Uff. Stampa Federscherma

A conquistare i podi sono stati Francesca Pensa (Pro Patria Busto Arsizio), oro nella spada Allieve; Andrea Tribuno (Giardino Milano), argento nella sciabola Maschietti; Alessandra Tavola (Comense Scherma), argento nel fioretto Bambine; Zoe Pozzi (Giardino Milano), bronzo nella sciabola Bambine; Riccardo Benigni (Club Scherma Varese), bronzo nella sciabola Maschietti; Larissa Pensa (Pro Patria Busto Arsizio), bronzo nel fioretto Ragazze; Rosa Alba Losito (Milano Scherma), bronzo nella spada Allieve; Dorotea Tarantini (Club Scherma Sesto), bronzo nella spada Bambine; Giacomo Pietrobelli (Bergamasca Scherma), bronzo nella spada Allievi; Michele Queiroli (Mangiarotti Milano), bronzo nella spada Giovanissimi.

“Il tasso tecnico del Gpg si è alzato – prosegue Novellini – noi abbiamo espresso della buona scherma a un livello generale e questo mi fa ben sperare per la prossima stagione. Stiamo crescendo numericamente ma soprattutto tecnicamente. Il merito va alle società, ai maestri e al sistema che produce una scherma migliore rispetto al passato”.

I Campionati Italiani Cadetti e Giovani di Lecce, si sono invece chiusi con tre medaglie di bronzo per la Lombardia: quelle di Nicolò Del Contrasto (Milanoscherma) nella spada maschile Cadetti, di Matilde Pelà (Milanoscherma) nella Spada Cadette e quella di Irene De Biasio (Comense Scherma) nel fioretto Cadette “Sono soddisfatto perché dopo anni abbiamo avuto risultati importanti”, spiega Novellini, “abbiamo sfiorato le finali con un paio di occasioni che mi fanno ben sperare per il futuro. Non credo sia un caso, credo sia un altro passo avanti sul percorso che la Lombardia sta facendo in senso generale”.