Legnano nuova City Partner F.I.S.

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Legnano diventa City Partner della Fis. La sigla dell’accordo tra il Comune e la Federazione è stata ufficializzata lunedì 5 febbraio alle 17.30 nella suggestiva cornice della Sala degli Stemmi di Palazzo Malinverni, alla presenza del presidente della Federscherma Giorgio Scarso, del sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, dell’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, del presidente del Comitato Regionale Lombardo della Fis Maurizio Novellini e di due rappresentanti del Club Scherma Legnano: il presidente Daniele Zanardo e il vicepresidente Giuseppe Zalum.

fonte: Gabriele Lippi -  Ufficio Stampa FIS

Legnano, che quest’anno ha ospitato per la 42esima volta il Trofeo Carroccio di Coppa del Mondo di spada, è la prima città Lombarda a entrare in un progetto che da quando è stato presentato, meno di un anno fa alla Bit di Milano, conta già 25 comuni partecipanti. L’accordo prevede che il Comune possa utilizzare i canali della Federscherma per promuovere le proprie iniziative e in cambio offre gratuitamente le sue strutture per l’organizzazione di gare di scherma sul territorio locale. In particolar modo la Federazione Italiana Scherma garantisce l’organizzazione di una gara under 14 a Legnano.

Giorgio Scarso: “Quando circolavano più soldi nel Coni, a una società sportiva si affidava l’organizzazione della gara e le si dava il contributo economico. Così c’era una corsa ad accaparrarsi la gara per avere il contributo – ha spiegato il presidente della Federscherma Giorgio Scarso – ora che non ci sono più i soldi, ci siamo chiesti come contribuire a fare sì che le società non abbiano difficoltà e abbiamo trovato questo accordo: noi portiamo le gare, le gare portano l’indotto al Comune con centinaia di persone che arrivano, in cambio chiediamo al Comune di non farci pagare eccessivamente le strutture la cui manutenzione può essere affrontata solo con le tasse di soggiorno. Questo progetto è stato accolto in maniera cauta, ma ora ha preso bene il via e ci permette di distribuire gli eventi su tutto il territorio internazionale. Soprattutto le gare under 14, che portano migliaia di ragazzi con le loro famiglie”.

Entusiasta dell’accordo il sindaco Gianbattista Fratus: “Ho sempre creduto nello sport, perché credo che sia quell’elemento che dà ai ragazzi i valori che poi ti porti dietro tutta la vita, come il senso del sacrificio, la costanza, il rispetto dell’avversario, la lealtà. Ho avuto la fortuna di fare l’assessore allo Sport in questa città con più di 90 società sportive. C’è bisogno di società sportive serie come il Club Scherma Legnano e appena mi hanno proposto questo protocollo d’intesa ho accettato subito, anche perché investire nello sport fa risparmiare poi nell’ambito dei servizi sociali”.

Per l’assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, l’accordo tra Federscherma e Comune “sottolinea l’importanza che ha lo sport, e soprattutto la scherma, in Lombardia. Qualche giorno fa, col presidente Scarso e il presidente della Regione Maroni si è parlato di una possibile candidatura di Milano per i Mondiali del 2021, quest’anno i campionati italiani tornano in Lombardia dopo 42 anni. Per noi importantissimo organizzare eventi sportivi, anche per far crescere la cultura sportiva dando la possibilità ai più piccoli di appassionarsi vedendo dal vivo i grandi atleti e sognando di imitarli. Sapere che Legnano ha questa priorità con la Federscherma è una grande notizia per noi e sosterremo questo accordo”.

Per il presidente del Comitato Regionale della Fis Maurizio Novellini: “La Lombardia sta spendendo molte energie perché la scherma sia sempre più conosciuta e siamo arrivati a tal punto che il sistema genera anche dirigenti. Dirigenti che sognano e costruiscono le società che fanno risultati. Una catena che si genera qui in Lombardia e che il presidente Scarso ha visto forse prima di me e l’ha saputo sfruttare”.

Daniele Zanardo, presidente del Club Scherma Legnano, si è detto “soddisfattissimo delle relazioni che abbiamo mantenuto e costruito con il Comune di Legnano, con la Regione Lombardia e la Federazione Italiana Scherma”, mentre il vicepresidente Giuseppe Zalum ha ricordato la tradizione schermistica della città: “Siamo talmente abituati a Legnano ad avere gare di altissimo livello, dal Trofeo Carroccio alla Coppa Bernocchi, abbiamo le strutture, così ci siamo chiesti perché non fare questo accordo. Ne abbiamo parlato col sindaco e abbiamo ricevuto una risposta entusiasta”.