DISPOSIZIONI PER LA RIPRESA DELLE ATTIVITÀ SCHERMISTICHE IN LOMBARDIA

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

A seguito della pubblicazione nella serata di ieri dell’Ordinanza n. 555 della Regione Lombardia si invitano tutte le Società Lombarde ad attenersi scrupolosamente al protocollo federale, che integra e definisce a livello normativo la ripresa delle attività schermistiche e di confrontarsi con le Amministrazioni territoriali circa la possibilità di utilizzo degli impianti al fine di non incorrere in sanzioni.

Canale informativo del Comitato Regionale FIS Lombardia

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Lanciato nel novembre 2016 con lo scopo principale di trasmettere i risultati delle gare in tempo reale, il canale Telegram del C.R. F.I.S. Lombardia si aggiorna e permette a partire da oggi di ricevere le notizie del sito e della pagina Facebook ufficiale direttamente sul proprio smartphone, con tutti gli aggiornamenti che riguardano la vita schermistica regionale, sulla linea dell’idea promossa dall’Ufficio Stampa federale con la creazione del canale federale ufficiale. Per iscriversi è sufficiente cercare “C.R. FIS Lombardia” tra i canali pubblici nell’App Telegram e premere su “Iscriviti”.

AVVISO PER LE SOCIETA’ LOMBARDE

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

In merito alla ripresa delle attività sportive si ricorda a tutte le Società lombarde che nell’ambito del territorio regionale permane in vigore fino al 31 maggio p.v. l’Ordinanza 547/20 di Regione Lombardia, che ne consente lo svolgimento secondo parametri più restrittivi di quanto previsto dal D.c.p.m. del 17/5/20, cui si rifanno le linee guida federali del 22/5 u.s. per la ripresa degli allenamenti.

Pertanto, al fine di evitare sanzioni, prima di riprendere le attività di sala e gli allenamenti occorrerà attendere l’emanazione di nuova ordinanza regionale in merito e verificare anche le ordinanze comunali vigenti a livello locale.

CHIARIMENTI IN MERITO ALLA RIPRESA DELLE ATTIVITA’ SPORTIVE IN TERRITORIO LOMBARDO

image_pdfSalva in PDFimage_printStampa

Si porta l’attenzione delle Società lombarde sulle disposizioni contenute nella Ordinanza 547/20 emanata dalla Regione Lombardia in data 17 maggio 2020 , che all’articolo 1.5 comma 1 chiarisce che fino alla data del 31/5 p.v. è <<consentito lo svolgimento di attività sportive unicamente all’aria aperta, […] ivi compreso lo svolgimento di lezioni individuali o per piccoli gruppi fino a un massimo di quattro persone esclusi gli istruttori, subordinatamente all’osservanza di tutte le misure di prevenzione e protezione utili per assicurare il distanziamento sociale, il rispetto delle distanze di sicurezza, il divieto di assembramento e la corretta modalità di utilizzo delle attrezzature sportive (a titolo esemplificativo e non esaustivo: prenotazione online o telefonica degli spazi, turnazioni, gestione degli accessi al sito sportivo e dei percorsi degli utenti).>> Dette restrizioni, vigenti sul territorio lombardo anche in difformità con quanto previsto da altre Regioni, si inquadrano nel disposto dell’art. 3 del Decreto Legge 19/20 del 25 marzo u.s.  che prevede che <<le Regioni, in relazione a specifiche situazioni sopravvenute di aggravamento del rischio sanitario verificatesi nel loro territorio possono introdurre misure  ulteriormente restrittive, tra quelle di cui all’articolo 1, comma 2.>>